TRAME

TRacciabilità in blockchain
per la sostenibilità
AMbientale, Energetica
ed economica

IL PROGETTO

Il progetto TRAME, TRacciabilità in blockchain per la sostenibilità AMbientale, Energetica ed economica, si pone come principale obiettivo la generazione di un aumento della sostenibilità di prodotto, di processo e sociale, del settore tessile.

Attraverso l’introduzione della nuova tecnologia blockchain e lo sviluppo degli strumenti tecnici che permetteranno di applicarla, si mirerà a dare un più elevato livello di trasparenza ai clienti business ed ai consumatori sia dal punto di vista ambientale che energetico.

Con una tracciabilità sia sui prodotti che sui consumi lungo l’intero ciclo produttivo, si assicurerà un maggior livello di chiarezza dal materiale grezzo sino al prodotto finito, rendendo disponibili ed accessibili tutte le informazioni di interesse a tutti gli stakeholder coinvolti.

I PARTNER

Come dimostra lo studio che il MiSE sta conducendo nel settore tessile, al quale alcune aziende stanno partecipando, la blockchain applicata ai sistemi produttivi attuali avrà la capacità di rivoluzionare lo status quo.

In quest’ottica, Uboldi, Top Digitex, Foodchain, Sait vogliono essere in prima linea, e dare una dimostrazione pratica di come, con l’adozione della blockchain, si possano ottenere risultati eccezionali, per tutto quello che riguarda la sostenibilità di prodotto, di processo e sociale

TOPDIGITEX srl

Senna Comasco (CO)


TESSITURA UBOLDI

Lurago Marinone (CO)


SAIT srl

Chieri (BS)


FOODCHAIN SpA

Lomazzo (CO)


FASHIONTECH

Con decreto n. 5044 del 10 aprile 2019, la Direzione Turismo, marketing territoriale e moda ha approvato il bando Fashiontech, in attuazione della delibera n. XI/1217 del 04/02/2019. La nuova misura agevolativa è rivolta a sostenere i progetti di ricerca e sviluppo, finalizzati all'innovazione del settore "Tessile, moda e accessorio", secondo il principio della sostenibilità, dal punto di vista ambientale, economico e sociale.

Il bando ha una dotazione finanziaria pari a 10 milioni di euro e prevede, quali soggetti beneficiari, Partenariati composti da minimo tre imprese, di cui almeno due PMI, fino ad un massimo di 6 soggetti. Possono partecipare al partenariato PMI, Grandi Imprese, Organismi di Ricerca pubblici e privati/Università.

L'agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto pari al 40% per tutte le tipologie di beneficiari sia per gli investimenti in Ricerca Industriale che per gli investimenti in Sviluppo sperimentale, a fronte di un investimento minimo di progetto pari a € 1.000.000; il contributo massimo erogabile per ciascun progetto e, quindi, partenariato è di € 1.600.000.

  • Lara Magoni
    Il tessuto imprenditoriale del Comasco ha colto in pieno il valore e il senso di Fashiontech. Le aziende potranno sviluppare progetti innovativi e sostenibili legati al settore della moda e del design.
    Lara Magoni
    Assessore Turismo, Marketing Territoriale e Moda

PRESS E MEDIA